Thread – cosa combino con i capelli… by @Stavrogina_

Thread – cosa combino con i capelli

• LAVAGGIO Lavo i capelli ogni tre/quattro giorni in quanto ormai restano sempre molto puliti. Quando ho iniziato li lavavo un giorno sì e uno no. Uso uno shampoo di botanicals per capelli colorati, ma della stessa linea ci sono moltissimi prodotti per tutte le necessità

Applico tre piccoli tocchi di shampoo e massaggio la testa molto delicatamente con il palmo della mano. Quasi mai uso le dita e soprattutto se sento che manca prodotto allungo un po’ con l’acqua. Non deve mai arrivare ad esserci tanta schiuma altrimenti si secca troppo la cute.

Dopo aver risciacquato bene lo shampoo applico questo balsamo di phitofilos su tutte le lunghezze e lo lascio agire per almeno 5 minuti (nel frattempo faccio un massaggio al corpo così passa il tempo). Rende i capelli morbidissimi. L’importante è poi risciacquare benissimo la

testa. Al termine del lavaggio tiro i capelli tutti di lato e ci passo sopra con il getto di acqua gelida (per chiudere le cuticole dei capelli e renderli più lucidi). D’estate invece mi bagno direttamente tutto il corpo perché sono masochista e schizzata

• ASCIUGATURA Metto il turbante e lo tengo su il più possibile. Dopodiché pettino velocemente e delicatamente tutti i capelli. Non tolgo quasi mai tutti i nodi perché sarà molto più facile farlo da asciutti (ho i capelli lisci, chi li ha ricci invece saprà meglio di me quando

e come pettinarli) Uso il phon categoricamente a una bassa temperatura e seguendo sempre la direzione dei capelli (da sopra la testa verso il basso e mai viceversa). Ci vuole un po’ più di tempo ma almeno i capelli non si rovinano e soprattutto non si riaprono le cuticole

(Ricordiamo sempre che le cuticole aperte sono il maleeeeeee) Quando ormai i capelli sono asciutti li pettino meglio e dopo aver finito riprendo in mano il phon e passo al getto di aria fredda. In questo modo i capelli resteranno della forma che ho dato loro (piatti) e non si

gonfieranno o prenderanno segni di elastici/ orecchie. Una cosa extra che faccio è mettere una gocciolina minuscola (PIÙ CHE MINUSCOLA, PENSATE A UNA QUANTITÀ INFINITESIMA. FATTO? OKAY DIMEZZATELA) di olio di ricino sul palmo della mano, spalmarla bene su entrambi i palmi e poi

passare velocemente sulle lunghezze dei capelli, prima internamente e poi quelli esterni. L’olio di ricino è bastardo ma se capirete le giuste dosi sarà il vostro migliore amico

• CURA A LUNGO TERMINE Ormai da un paio d’anni tingo i capelli con l’henné. Parto da una base biondo cenere e ora sono castano scuro con riflessi rosso/violacei. L’henné rosso (il vero henné, la lawsonia inermis) è l’unico che colora permanentemente in quanto si attacca alle

proteine del capello. Per questo lo uso come base per poter mettere sopra il katam che dà riflessi violacei (altrimenti dopo un paio di lavaggi andrebbe già via). Ci sono varie erbe per arrivare a vari colori diversi, ma in generale tutte hanno in comune il fatto di rendere molto

più sani e forti i capelli e aiutano tanto anche con il problema della cute grassa. Per chi non vuole colorare consiglio invece la Cassia (henné neutro).

Diciamo che per ora non mi viene in mente altro ma magari in futuro aggiornerò questo thread con altri tips

Questi sono i miei capelli quando uso solo henné e quando invece metto anche il katam

Posted in it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *